Il Movimento per la Vita Italiano è nato nel 1975 per contrastare il fenomeno dell'aborto, a quel tempo ancora illegale, e per promuovere la cultura della vita. Come si legge sul sito il MpV

si propone di promuovere e di difendere il diritto alla vita e la dignità di ogni uomo, dal concepimento alla morte naturale, favorendo una cultura dell’accoglienza nei confronti dei più deboli ed indifesi e, prima di tutti, il bambino concepito e non ancora nato.

E` una federazione di vari enti che collaborano alle stesse finalità nei diversi ambiti:

  • I Movimenti per la Vita locali, tra cui FederVita Lombardia e noi del Movimento per la Vita Lodigiano
  • I Centri di Aiuto alla Vita locali (CAV), oltre 349 tra cui c'è il nostro Centro Aiuto alla Vita di Lodi, Codogno e Casalpusterlengo. Sono l'espressione operativa dei movimenti e con la loro attività di sostegno alle mamme sono riusciti a far nascere oltre 8.301 bambini (nel 2016).
  • La Fondazione Vita Nova, costituita nel 1985, la cui attività preminente è il Progetto Gemma.

Il Movimento per la Vita è articolato anche in un'Area Politica (che affronta i temi legali: promozione e discussione di leggi e referendum) e in un Comitato Scientifico (che ricerca e produce il materiale didattico e divulgativo, scientifico e giuridico). Annualmente vengono presentate varie relazioni tra cui il Dossier sull'attività dei vari CAV in Italia e un commento alla Relazione Ministeriale sulla legge 194/78.

Il Movimento per la Vita Lodigiano è un’associazione di volontariato ONLUS costituita nel 1981(1). Il suo codice fiscale è 92527710153. E` associato sia al Movimento per la Vita Italiano che a FederVita Lombardia e opera con un proprio Centro di Aiuto alla Vita con tre sedi a Lodi (via Paolo Gorini, 29 tel. 348-982-8647, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) a Codogno (via S. F. Cabrini 1, tel. 0377-431202) e a Casalpusterlengo (piazza del popolo 6, tel 338-458-4988).

La targa all'ingresso del Centro di Aiuto alla vita Lodigiano in via Paolo Gorini 29 a Lodi
La targa all'ingresso del Centro di Aiuto alla vita Lodigiano in via Paolo Gorini 29 a Lodi

Gli organi sociali (assemblea, giunta esecutiva, collegio dei revisori dei conti, collegio dei probiviri e segreteria(2)) sono eletti con criteri di trasparenza e democraticità` secondo le norme statutarie. Tutte le cariche associative sono svolte a titolo gratuito.

Il nostro Centro di Aiuto alla Vita (CAV) non si occupa di politica, si rivolge a persone di qualsiasi credo e non ha fine di lucro, neppure indiretto. Opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale, con lo scopo di difendere la vita di ogni essere umano in tutte le fasi del suo sviluppo, dal concepimento alla morte naturale, in qualsiasi condizione esso si trovi, senza alcuna eccezione.

Tra i suoi compiti istituzionali vi è la prevenzione dell'aborto volontario, da perseguire mediante la rimozione delle cause, siano esse di natura sociale, psicologica, morale o economica, e la promozione di una mentalità aperta all'accoglienza e alla protezione di ogni essere umano, fin dal concepimento.

Per raggiungere le proprie finalità, il CAV realizza diversi tipi di interventi finalizzati a risolvere i problemi connessi ad una maternità difficile, indirizzando la propria attività - anche preventiva - a sostegno della madre e del figlio, prima e dopo la nascita, con particolare attenzione verso coloro che si trovano in uno stato di bisogno materiale o morale, o comunque in situazioni di svantaggio o di emarginazione.


(1) L'atto di costituzione è stato redatto il 21/11/1981 presso il Dr. Angelo Squintani, Notaio in Lodi. Il Movimento per la Vita Lodigiano è iscritto al Registro Generale Regionale del Volontariato, con decreto del Presidente della Regione Lombardia N. 4911 (foglio n.567 progr. 2262 sez. A) del 12 novembre 1997.

(2) Dal 24 aprile 2017 la giunta esecutiva è formata dai seguenti 11 membri: Paolo Melacarne (Presidente), Gianluca Tiranti (Vice-presidente), Gabriella Bersani, Giulia Bonetti, Giancarlo Colombo, Lucrezia Cutillo, Maria d'Amato, Graziella Pizzocheri, Lucia Vettorello, Angela Polenghi. Il collegio dei Revisori dei Conti è composto da Giulia Donarini e da Giulia Bonetti. Il collegio dei Probiviri è composto da Gianluca Tiranti. Il segretario amministrativo è Angela Polenghi.