Lo Stato e le regioni intervengono, seppure in modo intermittente, a sostenere madri e bambini in difficoltà economiche.
Per informazioni sulla situazione attuale e per presentare la domanda rivolgersi al proprio Centro Aiuto alla Vita.

Bonus Bebé

Il Bonus Bebé è un progetto di sostegno della maternità avviato dallo stato italiano per ogni bambino nato a partire dal 01/01/2015. Nel 2019 consiste di un assegno di 160 Euro al mese (192 Euro dal secondo figlio)  fino all'anno quando la famiglia ha un ISEE fino a 7.000 Euro o di un assegno di 80 Euro (96 Euro dal secondo figlio) quando la famiglia ha un ISEE fino a 25.000 Euro.

La domanda va presentata da un genitore entro 90 giorni dalla nascita del bambino all'INPS tramite i CAF o i Patronati da uno dei genitori. Se il genitore è cittadino extracomunitario deve avere permesso di soggiorno Ue di lungo periodo.
La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino.

Bonus Famiglia

Il Bonus Famiglia è stato varato dalla Regione Lombardia nella primavera 2016 ed è riservato, secondo la normativa del 2019, a donne in gravidanza che si trovano nella seguente situazione:
  1. presentano un ISEE fino a 22.000
  2. sono gravide come risulta da certificato medico corredato di data presunta del parto
  3. sono residenti, assieme al partner, in Lombardia da almeno 5 anni
  4. dispongono di un indirizzo e-mail da utilizzare nelle procedure
  5. non sono titolari di altre agevolazioni analoghe (come il Bonus Bebé). Il Bonus Mamma Domani non è in conflitto.
  6. possono documentare una delle condizioni di vulnerabilità economica previste dalle delibere X/5060 e X/5095 della Regione
Le persone interessate possono andare dall'assistente sociale del comune di residenza chiedendo di compilare la scheda di vulnerabilità socio-economica. Se la domanda è accettata si ha un sussidio di massimo 750 euro durante la gravidanza e altri 750 dopo la nascita.

Bonus Mamma Domani - premio alla nascita

Il Bonus è stato varato dallo Stato la prima volta con la legge di stabilità per il 2017 ed è riservato, secondo la normativa del 2019-2020, a donne con permesso di soggiorno Ue di lungo periodo e con un bambino di età inferiore ai 12 mesi. La domanda va fatta all'INPS presso un CAF o Patronato e dà diritto a 800 euro una volta sola.