Lo Stato e le regioni intervengono, seppure in modo intermittente, a sostenere madri e bambini in difficoltà economiche.
Per informazioni sulla situazione attuale e per presentare la domanda rivolgersi al proprio Centro Aiuto alla Vita.

Bonus Bebé

Il Bonus Bebé è un progetto di sostegno della maternità avviato dallo stato italiano per ogni bambino nato a partire dal 01/01/2015. Consiste di un assegno di 160 Euro al mese per 3 anni quando la famiglia ha un ISEE fino a 7.000 Euro o di un assegno di 80 Euro quando la famiglia ha un ISEE fino a 25.000 Euro.

La domanda va presentata all'INPS tramite i CAF o i Patronati da uno dei genitori. Se il genitore è cittadino extracomunitario deve avere permesso di soggiorno Ue di lungo periodo.
La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino. 

Fondo Nasko

Il Fondo Nasko è un progetto di sostegno a donne incinte e in difficoltà avviato nel 2010 dalla Regione Lombardia sotto il governo regionale di Roberto Formigoni che ne fissò l'ammontare a 4.500 Euro suddivisi in 18 mesi.

AnnoNumero
2010 16
2011 58
2012 32
2013 26
2014 16
2015 8

Dopo varie revisioni è arrivato a consistere, essenzialmente, in un sostegno economico di 3.000 Euro in 18 mesi a donne incinte e in possesso di un certo numero di requisiti fissati dal provvedimento. Fino al 2013 in provincia di Lodi l'assegnazione dei fondi Nasko ha dato i risultati mostrati qui a destra. A maggio 2016 la fruibilità del Fondo Nasko è terminata.

Fondo Cresco

Il Fondo Cresco è un progetto di sostegno a madri in difficoltà avviato all'inizio del 2013 dalla Regione Lombardia sotto il governo regionale di Roberto Formigoni. Fino ai primi mesi 2016, data in cui è terminato, consisteva essenzialmente in un sostegno economico (massimo 900 Eur in 12 mesi) a donne con un bambino di età inferiore a 12 mesi finalizzato a procurare gli alimenti per la madre che allatta e per il bambino.

Alla fine di ottobre 2014, dopo un periodo di incertezza in cui la validità di questo sostegno economico come deterrente per l'aborto era stata messa in discussione, la gestione del fondo Nasko e Cresco era ripresa normalmente. Il fondo Cresco, collegato all'iniziativa Expo-2015 è stato sospeso ad inizio 2016.

Bonus Famiglia

Il Bonus Famiglia è stato varato dalla Regione Lombardia nella primavera 2016 ed è riservato, secondo la normativa del 2018, a donne in gravidanza che si trovano nella seguente situazione:
  1. presentano un ISEE fino a 20.000
  2. sono gravide come risulta da certificato medico corredato di data presunta del parto
  3. sono residenti, assieme al partner, in Lombardia da almeno 5 anni
  4. dispongono di un indirizzo e-mail da utilizzare nelle procedure
  5. possono documentare una delle condizioni di vulnerabilità economica previste dalle delibere X/5060 e X/5095 della Regione
Le persone interessate possono andare dall'assistente sociale del comune di residenza chiedendo di compilare la scheda di vulnerabilità socio-economica. Se la domanda è accettata si ha un sussidio di massimo 900 euro durante la gravidanza e altri 900 dopo la nascita.

Bonus Mamma Domani - premio alla nascita

Il Bonus è stato varato dallo Stato la prima volta con la legge di stabilità per il 2017 ed è riservato, secondo la normativa del 2018, a donne con permesso di soggiorno Ue di lungo periodo e con un bambino di età inferiore ai 12 mesi. La domanda va fatta all'INPS presso un CAF o Patronato e dà diritto a 800 euro una volta sola.

Reddito di inclusione 2018 (REI)

Il Reddito di inclusione è un sussidio dello Stato attivo dal 1 dicembre 2017. Per richiedere il REI occorre avere il permesso di soggiorno di lungo periodo (o asilo politico), la residenza in Italia da almeno 2 anni e un ISEE massimo di 6.000. In famiglia deve essere presente una donna in gravidanza o un bambino e nessuno deve percepire il NASPI (assegno di disoccupazione).
La domanda va presentata al comune di residenza. L'importo economico del REI dipende dai componenti del nucleo famigliare:
  • 295 euro per 2 componenti
  • 380 euro per 3 componenti
  • 460 euro per 4 componenti
  • 485 euro per 5 componenti
L'importo sarà accreditato su carta di pagamento elettronica (CartaREI) per un massimo di 18 mesi.
E' previsto un progetto di inserimento sociale.